venerdì 29 giugno 2012

L'"ex dislessico" Tom Cruise compie 50 anni

Tom Cruise durante una conferenza


Fra pochi giorni sarà il 50° compleanno di Tom Cruise. Sicuramente penserete "e allora?". Avete ragione. Dell'età di questo attore a tutti noi importa poco o niente. E quindi perché parlarne? E perché quel titolo? Il titolo ovviamente è solo provocatorio. Sappiamo bene che nessuno può essere un ex dislessico. Se si nasce dislessici lo si sarà per sempre a differenza di quanto spesso afferma proprio l'attore americano. 
Ne torno a parlare perchè mi è capitato di visitare un piacevole e pregevole blog che si propone di diffondere cultura attraverso la rete. Sempre sullo stesso blog ho trovato questo articolo dal titolo "Tanti Auguri Tom Cruise" in cui si segnalano gli eventi televisivi in programma in onore del divo di Hollywood in occasione del suo prossimo cinquantesimo compleanno. Quello che mi ha fatto un po’ sobbalzare dalla sedia è stata questa frase " e, fino all’adolescenza, il ragazzo soffre di dislessia dalla quale riesce a liberarsi solo in età adulta, dopo tantissimi tentativi di cura". Ho deciso quindi di farlo presente all'autore dell'articolo con un commento che gentilmente è stato pubblicato. Questo il mio commento:

"Salve,
la prego, se può, di correggere o meglio ancora di eliminare questa parte: ” il ragazzo soffre di dislessia dalla quale riesce a liberarsi solo in età adulta, dopo tantissimi tentativi di cura”. Di dislessia non si guarisce perché non è una malattia, ma una caratteristica con cui si nasce come avere gli occhi blu o i capelli castani. Le chiedo questo perché si corre il rischio di produrre disinformazione e di conseguenza di danneggiare bambini e ragazzi dislessici, e le loro famiglie, che quotidianamente lottano contro l’ignoranza che ruota attorno al disturbo della lettura (dislessia) affinché sia loro garantito il diritto al successo scolastico, come per altro stabilito dalla legge 170/2010. La ringrazio."

Gli amministratori del blog, che ringrazio per la disponibilità, hanno anche garbatamente risposto: "Riteniamo di grande utilità la pubblicazione della nota da Voi espressa ed auspichiamo giungano altri commenti."

La mia, come si capisce, non è una critica al blog che come detto ritengo molto interessante e che consiglio di visitare, ma rivolta alle imprecisioni che quotidianamente tornano a ripetersi quando si parla di dislessia.
Penso che esista un notevole bisogno di contenere il proliferarsi della disinformazione che aleggia attorno al disturbo della lettura e di "combattere" per diffondere ai più la sua conoscenza. Spero condividiate il mio pensiero.


Licenza Creative Commons
Photo Credit: Tom Cruise via photopin (license)

Nessun commento:

Posta un commento