martedì 24 luglio 2012

Il microscopico mondo di Willard Wigan



"A scuola, lo ammetto, non riuscivo a esprimermi a livello didattico. Quindi ero classificato, più o meno, come un "niente". Il mio mondo era visto come minore. Decisi allora che non volevo essere parte di quel mondo. Pensai che avevo bisogno di rifugiarmi in qualcos'altro".
E' così che inizia la storia di
Willard Wigan, il più grande scultore di opere microscopiche. Dislessico non diagnosticato (ancora oggi dice di fare molta fatica con la lettura e la scrittura), da piccolo Willard veniva ridicolizzato in classe dai suoi compagni e dalle sue maestre per le sue difficoltà di lettura. Scappò via da quella condizione rifugiandosi in un mondo microscopico nato esclusivamente dalla sua grandissima creatività. Cominciò col costruire con materiali particolarissimi case per le formiche senza, poi, fermarsi più. Nella foto in alto, ad esempio, ha micro-scolpito nella cruna di un ago la famiglia Obama. Ora le sue micro-opere, invisibili ad occhio nudo e osservabili solo attraverso il microscopio, sono apprezzate in tutto il mondo. Il suo genio è un'ulteriore conferma di come anche le piccole cose possano essere grandi.
In questo video Willard Wigan racconta la sua storia e di come nascono le sue opere d'arte:


Fonte: willard-wigan.com
Photo credit: oceandesetoiles via photo pin cc

Licenza Creative Commons
Quest'opera di Dislessia? Io ti conosco è concessa in licenza sotto la Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia.

Nessun commento:

Posta un commento