martedì 18 luglio 2017

Dislessia: conoscerla in 3 minuti con un Cartoon

Frame del video

Qualche mese fa sfogliando nostalgicamente le pagine ormai quasi ingiallite della mia tesi di laurea magistrale ho deciso di dare nuova vita ad una sezione di quel lavoro che mi è rimasta molto a cuore. Mi riferisco ad una piccola parte di un’intera campagna di comunicazione sociale da me allora ideata, una sorta di pieghevole informativo, in cui spiegavo, sulla base dei testi che avevo studiato e delle analisi effettuate nella tesi, cos’è la dislessia, come si manifesta e cosa essa non è.  

Dare nuova vita ad un mezzo di comunicazione un po’ “lento”, ma non per questo inefficace, come un pieghevole pubblicitario significava provare a mantenerne intatti contenuti e obiettivi prefissi riadattandoli sotto forma di qualcosa di nuovo, veloce ed immediato, ma soprattutto più “social”.

Utilizzando un software gratuito disponibile online (Powtoon) ho allora realizzato un video animato in stile Cartoon di circa 3 minuti suddiviso in tre sezioni: Cos’è la dislessia? Come si manifesta? Cosa non è? Tre punti cardine per chi vuole conoscere meglio questa tematica, per chi l’affronta per prima volta ed in particolare per spazzare via da subito tanti pregiudizi.


Tre anche i protagonisti: la maestra Tina, poco preparata sull'argomento, ma vogliosa di imparare, il maestro Bob, maestro a tutti gli effetti, e il piccolo, ma grande, Alex.

L’ho lanciato su Facebook il 2 aprile 2017 e già dopo una settimana il video aveva già raggiunto 1 milione di utenti e ottenuto più di 1000 "mi piace".


Col tempo la sua corsa non si è arrestata.  Ad oggi, a poco più di 3 mesi dalla sua creazione i numeri sono cresciuti moltissimo: ben oltre 1 milione di visualizzazioni, più di 60 mila "Mi Piace”, 35 mila condivisioni e un totale di circa 4 milioni di utenti Facebook raggiunti dai vari post che lo contenevano. Più di 3000 le visualizzazioni su Youtube. Centinaia i commenti positivi, i ringraziamenti e gli apprezzamenti. Alcune critiche ma utili per fare meglio in futuro.


Considerando gli scarsi mezzi a disposizione e la tematica affrontata, nel mio piccolo, non posso non considerarlo già un successo non tanto per i numeri ragguardevoli raggiunti per un video di questo genere, quanto per le tante persone che magari hanno avuto la possibilità di conoscere per la prima volta la dislessia o di approfondirne la sua conoscenza, di farsi magari domande su di essa o di avere uno spunto dal quale partire per cercare nuove e più dettagliate informazioni.
 

Come ovvio, questo video, non può per caratteristiche spiegare nel dettaglio cos'è la dislessia e non pretende neanche di provare a farlo in cosi pochi secondi. Il principale obiettivo è, infatti, cercare di trasmettere un'informazione basilare che porti lo spettatore a farsi domande su tale tematica e ad indurlo ad approfondirne la conoscenza in tempi e modalità più adeguate. 

Solo immaginare, però, che un lavoro di questo genere abbia potuto contribuire a cambiare positivamente il pensiero sulla dislessia di migliaia di persone e di riflesso a migliorare la vita, soprattutto scolastica, di bambini e ragazzi dislessici: questo il successo più grande.

Grazie a tutti coloro che hanno apprezzato questo video, che lo hanno condiviso e che continueranno a farlo crescere.

Alla prossima puntata!
 

Roberto M.

P.S.: Per evitare interpretazioni non corrette di alcune parti del filmato meglio chiarire che:

-
La Dislessia rientra nei DSA cioè Disturbi Specifici dell'Apprendimento -

"In base al tipo di difficoltà specifica che comportano, i DSA si dividono in: 

🔹DISLESSIA: disturbo specifico della lettura che si manifesta con una difficoltà nella decodifica del testo; 

🔸DISORTOGRAFIA: disturbo specifico della scrittura che si manifesta con difficoltà nella competenza ortografica e nella competenza fonografica; 

🔹DISGRAFIA: disturbo specifico della grafia che si manifesta con una difficoltà nell'abilità motoria della scrittura; 

🔸DISCALCULIA: disturbo specifico dell'abilità di numero e di calcolo che si manifesta con una difficoltà nel comprendere e operare con i numeri. 

Essendo la Dislessia il disturbo maggiormente diffuso e quindi conosciuto nel linguaggio quotidiano, spesso si utilizza il termine Dislessia per indicare genericamente anche gli altri DSA. 

DISLESSIA, DISGRAFIA, DISORTOGRAFIA e DISCALCULIA possono comparire insieme, oltre che isolatamente."

 



Fonte approfondimento DSA: www.aiditalia.org

Licenza Creative Commons  Quest'opera di Dislessia? Io ti conosco è concessa in licenza sotto la Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia.

Nessun commento:

Posta un commento